Leggere a scuola

Giuseppe Sangregorio

L’importanza di allenare la creatività attraverso la lettura

18032014100933_sm_6809

Comunemente parlando, la creatività  non è una “dote” innata come credeva la cultura romantica ottocentesca, è una facoltà umana che ognuno ha dalla nascita in misura più o meno elevata, che sfrutta tutti i giorni, un potenziale che può essere coltivato e sviluppato quantitativamente.

La creatività è una facoltà umana che tutti abbiamo e che sfruttiamo tutti i giorni della nostra esistenza e che pertanto, entro certi limiti, può essere insegnata e rafforzata. In particolare, è essenziale che sia sviluppata fin dalla più tenera età al fine di mettere in luce le proprie potenzialità e quindi la formazione armonica della propria personalità e, segnatamente, la crescita delle competenze cognitive individuali, nonché per imparare con piacere.

Ecco perché non c’è niente di meglio che coltivare i propri talenti per riuscire nello studio e in generale per essere buoni lettori. Bisogna cominciare subito. A tal proposito l’opinione degli esperti e i dati statistici sono  oggigiorno unanimi nel ritenere che la creatività è massima in età prescolare. Più precisamente è  nei primi anni scolastici che la fantasia tende a svilupparsi, poi comincia ordinariamente a diminuire.

Ovviamente, a parte la creatività di scrittori, artisti, ossia di talenti eccezionali, quella ordinaria che si manifesta per la lettura  che  ci interessa precipuamente va coltivata per tempo e nutrita  con letture e riflessioni graduate in base all’età. Purtroppo la televisione, i telefonini e in genere la tecnologia ci hanno assuefatti a una ricezione passiva, acritica delle informazioni, a imbottirci  di idee emotivamente e di soluzioni facili per la nostra vita, esemplificano i nostri problemi quotidiani.

La lettura critica invece  aumenta la capacità di parlare correttamente, stimola la fantasia, la concentrazione e aiuta a formarsi un pensiero critico e autonomo.  A tale scopo, nelle librerie  esiste una vastissima gamma di libri per tutti i gusti e per ogni età. ci sono pubblicazioni per bambini in grado di insegnare il calcolo, di fare  conoscere gli animali domestici e non, i loro versi(per esempio del cane, del gatto o della mucca), fino a volumi di romanzi, saggistica per i più adulti.

Giuseppe Sangregorio

18 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Tags

Giuseppe Sangregorio

Giuseppe Sangregorio è nato nel 1947. E’ laureato in Lettere e ha insegnato nelle scuole medie superiori. In qualità di giornalista pubblicista ha collaborato al Giornale, al settimanale Famiglia Cristiana e al mensile Letture. Attualmente collabora al quotidiano on line L’Intraprendente. Ha pubblicato il romanzo Senza Radici (Ed. Pellegrini, 1983), i volumi di versi Parole di vita(Edizioni Del Leone, 1991), Sassi (Edizioni La vita felice, 2013).

Utenti online